Home / Chi sono

Chi sono

federica-twitterIl viaggio con lo zaino in spalla è una metafora di vita che mi piace molto.

Credo nel cammino come viaggio in sé, a contatto con la terra e la nostra parte più intima e selvaggia. La scoperta del mondo a piedi e, talvolta, in bici in modalità slow mi calzano molto. In questo modo il contatto con la natura e i popoli è continuo e intenso, le scoperte sono molteplici e l’inatteso la più bella delle sorprese.

Il trekking sulle alture è la cosa più estrema della filosofia dei backpacker e io passo da quello ad altre varie e altrettanto entusiasmanti ed emozionanti alternative, non per forza fisicamente distruttive!

Sono molto competitiva con me stessa, per questo ogni tanto mi lancio delle sfide di viaggio che raccolgo e affronto spesso in solitaria zaino in spalla, come il viaggio in Kenya dapprima sola e poi inserita in un gruppo di volontari, o in Süd Tirol a dare aiuto ai contadini di una Bergenbauernhilfe e ancora in tour in alcune città europee o nelle mediterranee Cipro e Formentera.
Da ciascuno di questi viaggi sono nati racconti di vita piena e legami con persone cuore a cuore e luoghi che porto sempre dentro.

Dai miei viaggi in solitaria è nata l’ispirazione di mettere a disposizione le mie esperienze per le donne che vorrebbero fare gli stessi percorsi ma hanno bisogno della spinta iniziale e per tutti quelli che riescono a viaggiare con me leggendomi.

Amo scrivere, viaggiare, Lorenzo Cherubini, il tiramisù fatto bene, l’odore della carta e del legno, il vino rosso e i cibi di tutto il mondo, le spezie, l’Inghilterra, il rito del thè alla menta africano, camminare scalza, il sole, l’Africa, le lingue straniere, nuotare, gli orecchini grandi e i più svariati tessuti.

Pink Packer vuole essere tutto questo e anche di più, quella con lo zaino in spalla sono io, spesso con l’amica fotografa al seguito.
Mi auguro che Pink Packer possa essere il vostro spunto e riferimento per viaggi al femminile all’avventura e con il solo backpack che garantisce flessibilità e regala la sensazione di portarvi dietro sempre la vostra casa.

Poi un giorno vi racconterò di quando, a Nairobi, la mia casa nello zaino non è mai arrivata sul nastro di consegna bagagli…! Un’altra stupenda avventura!