Home / Europa / Lituania / Il castello sul lago di Trakai
castello trakai

Il castello sul lago di Trakai

by Filippo

Tra le cose da vedere e fare a Vilnius, merita senza dubbio una gita di mezza giornata a Trakai e al suo pittoresco castello.

castello di trakai barche a vela

Tra le barche a vela sul lago, spunta il magico castello di Trakai

Trakai è oggi un piccolo paesino a 25km dalla capitale lituana, si raggiunge comodamente in treno, con un tour organizzato (a partire da 24€) o con uno dei frequenti bus in partenza dalla stazione centrale degli autobus di Vilnius (3,80€ A/R).
Se scegliete l’opzione fai-da-te, mettete in conto di farvi una bella passeggiata di più di un chilometro (20 minuti), perché le stazioni di bus e treno sono dall’altro capo del paese.

trakai via centrale

Case tipiche baltiche in Karaimai St. a Trakai

La passeggiata, d’altro canto, vi permetterà di apprezzare il romantico e tranquillo lungo lago, la chiesa parrocchiale della Visitazione della Vergine Maria – la cui rappresentazione sull’altare pare abbia poteri miracolosi e sia per questo meta di pellegrinaggio – la piccola chiesa ortodossa della Natività della Vergine Maria, oltre alla pittoresca via centrale con le tipiche casette di legno di Karaimų street.

castello trakai

Il favoloso castello di Trakai

Nella piazza della posta, una casa di legno color blu acceso, vi accoglierà la colonna con San Giovanni Nepomuceno, un’antico segnale postale su cui è stata posta la statua del santo protettore del villaggio e dei pescatori.

Trakai è l’unico paese in Lituania che ospita la più grande comunità ebraico caraita (di origini turche) al mondo: sebbene non vi siano più di un centinaio di persone, il paese ospita una delle uniche 3 sinagoghe (Kenessa) caraite al mondo (oltre a Vilnius e Kiev). Purtroppo oggi la si può apprezzare solo da fuori o nei rari giorni di apertura al pubblico, si trova al 30 di Karaimai gatve la strada principale.

Ma il pezzo forte e meta di numerosi tour è senza dubbio, poco più avanti,  il famoso Castello Peninsulare.

In centro al lago, collegato alla terra ferma da lunghi ponticelli in legno, spicca l’antico maniero del 1300, i cui torrioni e mura sembrano essere usciti da un libro delle fiabe.

Chiunque passi da Trakai può, anzi deve, visitare il castello: l’ingresso costa solo 18 Litas (circa 5€) e il tour (da soli grazie ai depliant in inglese o con una guida) è molto interessante e vi porterà via non più di un’ora.

Si parte subito, seguendo le frecce, dal maschio con la visita alle prime sale sulla sinistra e ai sotterranei. Qui, nel medioevo, erano custoditi gli scrigni del tesoro e aveva sede la zecca: esperti orafi coniavano le monete (cambiavano forma e dimensione continuamente a seconda di chi sedesse al trono) che oggi sono esposte in grandi teche di cristallo.

cortile maschio trakai

Nel cortile interno del maschio

Si sale al primo piano per la visita della maestosa sala del trono e agli appartamenti privati del Granduca.

All’ultimo piano, da un lato è ricostruita la storia della Cancelleria del Granducato e della Metrica Lituana (il grande codice di leggi medievali che trovò rifugio in questo castello per oltre un secolo), nell’ala opposta vi è un’interessante mostra sulla ricostruzione del castello, con molte foto e documenti di inizio novecento.

Se siete stufi di storia, all’uscita di questa prima parte della visita potete prendervi un break sportivo tirando con l’arco o con una balestra nel fossato del maschio!

La visita prosegue nella foresteria, ricostruita da zero negli anni ’70. In ogni stanza vi è una diversa esposizione: dai mobili d’epoca (1700-1800) alle pipe, dai trofei di caccia alle ceramiche, per concludere il tutto con l’immancabile negozio di souvenir (è un po’ nascosto e, forse per questo, ha prezzi inferiori rispetto al banchetto vicino alla biglietteria).

Terminata la visita al castello, e saziato il vostro bisogno di shopping di souvenir, un kibinai e una birra in uno dei tanti ristorantini sulle rive del lago sono un vero toccasana.

Il castello visto dal lago

Il castello di Trakai visto dal lago

Il castello di Trakai visto dal lago

Il castello di Trakai visto dal lago

Per digerire il pasto, invece, perchè non fare un bel giro sul lago per scattare centinaia di fotografie da angolazioni uniche?

Potete scegliere tra un comodo battello a motore (ne parte uno ogni ora), un pedalò o una romantica barca a remi, per i più sportivi.
Noi abbiamo scelto l’opzione pedalò e, rivedendo le fotografie una più bella dell’altra, devo dire che è stata una scelta vincente!
Tenete solo conto della corrente e del vento, più forti al largo alle spalle del castello, che vi spingeranno verso ovest e potrebbero rendere il rientro un po’ più faticoso. Se restate tra il castello e la riva, invece, non ve ne accorgerete nemmeno!
Il noleggio del pedalò per un’ora costa circa 5€ e se avete buoni muscoli potreste addirittura raggiungere la bellissima villa bianca al di là del lago (noi ci siamo limitati ad una fotografia zoomata).
Avendo a disposizione un po’ più tempo (e denaro) potete scegliere di noleggiare una barca a vela con tanto di skipper, per una gita ancora più esclusiva!

barche lago trakai

Una bella gita in barca a remi per digerire il pranzo… perchè no?

[starbox id=Filippo]

Potrebbe interessarti:

4 comments

lituopadania 28/01/2015 - 18:19

Sono molto contento che vi siano piaciuti i Paesi Baltici!

La Lettonia è un po’ particolare, sicuramente per chi scrive mediamente meno interessante di Lituania ed Estonia, ma va anche visitata in modo diverso. A parte Riga, imprescindibile, e a parte il Palazzo di Rundāle, altrettanto imprescindibile (da vedere dentro), qui vale la pena visitare – nella parte nord – le cittadine di Sigulda e Cēsis (entrambe incastonate in un parco bellissimo), poi – nella parte ovest – suggerisco la sequenza Tukums, Talsi, la costa in auto fino a Capo Kolka, infine Venstpils (la città della cow-parade) e Kuldīga. A sud direi Bauska e Jelgava.

La Lettonia non ha le equivalenti di Kaunas e Tartu. Qui c’è solo Riga e per il resto si hanno grandi soddisfazioni visitando posti piccoli e poco conosciuti. Vi sconsiglio di andare in posti come Daugavpils e Liepāja.

Reply
Greta 29/01/2015 - 10:54

Grazie delle info, le ricercherò sicuramente quando programmeremo la Lettonia, anche se, normalmente, il viaggio non sarà più lungo di 3/4 giorni…

Reply
lituopadania 28/01/2015 - 06:02

Eh sì, la prossima volta che tornate a Trakai quella “bellissima villa bianca” dovete proprio andarla a vedere, specie ora che è stata ristrutturata. E dovete godervi il giardino retrostante. Naturalmente la si può raggiungere anche via terra, facendo in pochi minuti il giro in auto del Lago Galvė.

Trakai è anche il luogo ideale dove sposarsi (parlo per esperienza diretta). Inoltre è stato scelto più volte come ambientazione di vari film. Per esempio “I cerchi nell’acqua”, la serie televisiva diretta dal regista Umberto Marino che è stata trasmessa nel Dicembre 2011 su Canale 5 (tra gli attori principali Alessio Boni e Vanessa Incontrada).

Il vostro articolo mi è piaciuto perché non è né banale né superficiale (come di solito accade quando si parla di Trakai, magari pensando che sia anche il nome del lago). Se posso permettermi un appunto: avrei preferito veder scritto “gatvė” al posto di “street” 🙂

Reply
Greta 28/01/2015 - 10:58

Grazie dei complimenti e sì, il tuo appunto è ben accetto 😉
I Paesi Baltici ci hanno stupito molto, in positivo. Ci manca la Lettonia, e poi… ricominceremo daccapo!!

Reply

Leave a Comment