Home / Italia / La Contrada della Selva, vincitrice del Palio 2015!
Piazza del campo

La Contrada della Selva, vincitrice del Palio 2015!

by Greta

Siena, città di circa 54.000 abitanti conosciuta principalmente per il famoso Palio, ha un patrimonio storico e culturale prezioso e le sue dimensioni ridotte rendono molto più semplice una visita approfondita alla città e alle sue bellezze.

Piazza del campo

Piazza del Campo

Siena è sempre rimasta gotica, a differenza della sua rivale, Firenze, che rappresentò il trionfo del Rinascimento, e questa cosa la rende unica e le dona molto fascino.
Fu costruita intorno a Piazza del Campo, fulcro centrale della città e custodisce palazzi gotici, piazze e chiese meravigliose.
Piazza del Campo rappresenta anche il cuore del Palio di Siena.
E’ in questa meravigliosa piazza dominata dalla famosa Torre del Mangia, che si svolge appunto il Palio.

Ho avuto modo di conoscere meglio il mondo che si nasconde dietro al Palio di Siena, un mondo del quale non ero minimamente a conoscenza e che mi ha stupita.

contrada della selva

Durante la visita guidata alla città, organizzata dal team di My Toursono andata alla scoperta della Contrata della Selva e tra aneddoti e spiegazioni tecniche ho pian piano capito come è strutturata e complessa l’organizzazione del Palio.

Ma partiamo dal principio, il Palio di Siena è una competizione nata nel 1200 che vede come protagoniste le Contrade della città, ovvero le suddivisioni storiche della città all’interno delle mura medievali.
Esistono ben 17 contrade di cui solo 10 si sfidano in campo, durante una corsa in cui i cavalli, guidati da abili fantini che cavalcano senza selle, compiono 3 giri della piazza in senso orario.

DSC01397

Il palio viene vinto dal cavallo, con o senza fantino (cavallo scosso) e il trofeo è rappresentato dal drappellone, chiamato dai senesi “Cencio”, un dipinto originale su seta con una forma rettangolare allungata.

La corsa si svolge due volte all’anno:

  • il 2 Luglio si corre il Palio in onore della Madonna di Provenzano
  • il 16 Agosto si corre il Palio in onore della Madonna Assunta

Il Palio però non si limita ai 4 giorni di festa e alla gara in sé, ma è bensì “vivo” durante tutto l’anno, attraverso eventi, riunioni, allenamenti, e tutto ciò che contraddistingue la vita del contradaiolo.

contrada della selva

Fare parte di una contrata (cosa riservata solo ai nativi di Siena) significa essere parte di una grande famiglia, sentire il proprio territorio ed onorare la propria bandiera.
Non vi è nulla di turistico in tutto ciò. Ho percepito l’importanza che il Palio ha per i senesi, la “religiosità” che li lega a questo mondo, la volontà che hanno di mantenere questa usanza come cosa puramente autentica, intatta nel tempo ed è la cosa che a mio parere rende il Palio ancora più speciale.

contrada della selva

San Sebastiano in Vallepiatta

San Sebastiano in Vallepiatta

Ho visitato la sede della Contrada della Selva, vincitrice dell’ultimo Palio (Agosto 2015), la sua chiesa di San Sebastiano in Vallepiatta e il suo oratorio.

Il simbolo di questa contrada è il rinoceronte, sinonimo di potenza. I colori che la rappresentano sono verde e arancio con liste bianche.
Sono famose le rivalità tra contrade e gli scontri che nel tempo si sono susseguiti, la Contrada della Selva però, è una delle poche a non avere Avversari, ma bensì due alleati, le contrade Chiocciola e Tartuca.

Il Palio in sè è metafora di guerra, i fantini rappresentano i guerrieri che scendono in campo e le due cose più importanti sono la propria vittoria o la sconfitta degli avversari, cosa che a volte sembra avere più importanza della prima opzione!

contrada della selva

Non è assolutamente semplice spiegare un evento così complesso ed articolato, specialmente se come me, si è appena iniziato a conoscerlo.
Ho sempre guardato il Palio in tv, non conoscendo minimamente i meccanismi e la storia di questo evento, ora mi si è aperto un mondo e sicuramente vedrò il prossimo Palio con occhi diversi.
Spero un giorno di avere modo di partecipare a questo straordinario evento in prima persona, vivendo la trasformazione che Siena subisce e l’atmosfera magica che mi hanno detto si respiri.

Ringrazio il team di My Tour per avermi dato la possibilità di scoprire la storia rappresentata dal Palio e di percepire l’importanza che questo evento ha per la città e i suoi abitanti!

[starbox id=bfogher]

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment