Home / Italia / Lago di Varano: ittiturismo, trekking e borghi di Puglia
lago di Varano

Lago di Varano: ittiturismo, trekking e borghi di Puglia

by Greta

In provincia di Foggia, nel territorio del Gargano che si avvicina al mare ma lo sfiora soltanto, ci sono paesi, panorami, natura ancora tutti da scoprire.
Le vecchie tradizioni, come la cucina e l’accoglienza, qui la fan da padrone e regaleranno piacevoli sorprese a chi cerca un turismo lento e godereccio.

Treno panoramico sui laghi di Puglia

Per spostarsi dal lago di Lesina al lago di Varano abbiamo scelto il treno.
Un po’ come il famoso Trenino Rosso del Bernina ma con un panorama assolutamente differente all’esterno. Enormi finestre trasformano questo comune treno di pendolari in una vera e propria attrazione turistica che sul tratto da Apricena a Cagnano Varano mette in bella mostra il tipico paesaggio lagunare di Puglia.
30 minuti a bordo di Ferrovie del Gargano un po’ come essere su una giostra. Il tempo vola e lo trascorrerete interamente a bocca aperta, guardando la natura scorrervi davanti gli occhi.

Il centro storico di Cagnano Varano

Cagnano Varano Cagnano Varano Cagnano Varano

Pochi passi e avrete visitato tutto il grazioso paesino dall’aspetto tipico della Puglia. Case bianche con piccole porte, ripide scalinate, vasi di fiori ovunque anche nel periodo invernale.
Le sue strette viuzze ispirano accoglienza e tranquillità. Qui sembra proprio di tornare a vivere nei tempi antichi, quando gli slarghi si popolavano di sgabelli e panchine e facevano le veci di un bar di paese. I rioni erano come un piccolo condominio: qui ci si conosceva tutti, l’aiuto reciproco e il baratto di prodotti e mestieri erano il motore della comunità.

“Museo del territorio e della cultura lagunare” e il Villaggio dei pescatori

Lago di Varano

Lago di Varano

Gli orti sul lungo lago

Lago di Varano

Il villaggio dei pescatori

Il “Museo del Territorio e della Cultura lagunare” ospita una collezione di reperti, documenti, fotografie e affascinanti strumenti di pesca lagunare dall’antichità ad oggi. Un bellissimo film illustra le peculiarità imperdibili del territorio.

Il museo è il punto di partenza per visitare l’antico villaggio dei pescatori ricavato all’interno delle colline di tufo in località Pannoni, affacciato sulla laguna di Varano.
Il Villaggio rupestre si presenta come una serie di cavità scavate nella roccia a ridosso della laguna di Varano. Le grotte sono su più livelli ed esclusivamente con un unico ambiente interno. Sono presenti molti fori per scopi funzionali.
Il villaggio è stato frequentato fino a pochi decenni fa e risulta ben inserito nel reticolo di sentieri e mulattiere del Gargano medievale. Con molta probabilità era adibito a punto di supporto logistico per le attività di pesca effettuate nella laguna e ancora oggi, per chi si avvicina all’ittiturismo della laguna, è un luogo da visitare assolutamente. Vivace ormai soltanto per i suoi orti dal terreno molto fertile grazie alla laguna.

Grotta di S. Michele

Grotta di San Michele

Grotta di San Michele

Lago di Varano

Lago di Varano

Numerosissimi sono i percorsi di trekking nella zona delle lagune di Puglia, adatti a tutti.
Le passeggiate nella natura vi condurranno alle curiose tre croci che dominano un panorama mozzafiato sul lago di Varano. Arriverete anche alla chiesa del Crocifisso per ammirare stupiti il Cristo in croce che si erge sulle acque del lago.

In località Valle Sant’Angelo, poco distante da Cagnano Varano, a seconda della disponibilità del suo anziano custode proprietario del terreno, si può visitare la chiesa rupestre della Grotta di San Michele.
La tradizione vuole che in questa grotta di origine carsica San Michele arcangelo si sarebbe fermato per rinfrescarsi e abbeverare il suo cavallo sulla via per il Gargano lasciando nel luogo i segni del suo passaggio: l’impronta dell’ala e quella dello zoccolo del suo cavallo.
Al fondo della grotta l’acqua sgorga in modo naturale creando una limpida pozza.

Il centro storico di Ischitella

Ischitella

Ischitella

Lago di Varano

Panorama del lago da Ischitella al tramonto

Appena entrati in paese si incontra il suo curioso simbolo: un albero al contrario. Di lì a poco la bellissima piazza in posizione dominante, vivace di locali, ristoranti, aree relax con panchine e i dolcissimi 4 cagnoloni adottati dal paese che sta svolgendo un’ammirevole campagna di sterilizzazione.

Ischitella, arroccata come una piccola cittadina fortificata, si affaccia sul lago di Varano e sul Mare Adriatico regalando tramonti magnifici riflessi sulle acque, dai suoi punti panoramici.
In seguito al terremoto del 1649 l’urbanizzazione ha subìto numerose modifiche e ne risulta un curioso mix di stili.  La peculiarità è sempre un grazioso reticolo di viuzze davvero strettissime che, grazie all’incanalarsi dell’aria, permettono di mantenere temperature vivibili anche nei mesi più torridi.

Quando all’imbrunire si accendono i lampioni con la loro luce calda ci si ritrova in un piccolo presepe dai ritmi lenti e gioviali. Bambini che corrono dietro al pallone, anziani con la borsa della spesa carica di verdura fresca, panni stesi all’aperto anche a gennaio.
Peccato che buona parte di queste case siano abbandonate e stiano cercando nuovi proprietari amanti di questo stile di vità retrò e affascinante.

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment