Home / Italia / Quanto costa un weekend invernale sulle Dolomiti

Quanto costa un weekend invernale sulle Dolomiti

by Greta
Itinerario ContinTasca
Questo è un itinerario completo di un weekend che ho svolto personalmente. Vengono precisate tutte le spese affrontate, dagli hotel ai ristoranti, dai noleggi attrezzatura agli skipass. Il weekend è stato svolto a gennaio; i prezzi possono variare a seconda del periodo e dell’alta stagione.

Programma di viaggio testato dalla sottoscritta: weekend a San Candido, Tre Cime Dolomiti, tra attività sportive, escursioni e gastronomia tipica.

Giorno 1.

Ore 9 escursione a piedi o con ciaspole (a seconda della quantità di neve) da Prato Piazza (1900 mt) alla vetta del Monte Specie (2307 mt) con guida esperta professionista. 3 ore per la salita e un’ora per la discesa. Livello di difficoltà medio. Meglio essere allenati: pendii ripidi e altitudine si fanno sentire anche se non ci sono tratti pericolosi.

Dalla vetta del Monte Specie la vista è splendida. E’ possibile ammirare anche le famose 3 Cime di Lavaredo.

Costo dell’escursione con guida e noleggio ciaspole: 75 euro a persona con un minimo di 5 persone.
Se ci si vuole avventurare il solitaria è possibile ma i sentieri non sono sempre ben tracciati.

monte Specie

Il team pronto a scalare la montagna con un trekking di 4 ore

monte Specie

Sulla vetta del Monte Specie

Sosta pranzo al Rifugio Prato Piazza nelle accoglienti stube.
Tagliere di speck, ragù di cervo con polenta, birra e bombardino: circa 32 euro.

Breve passeggiata al lago di Braies, uno dei luoghi più suggestivi delle 3 Cime Dolomiti. E’ possibile camminare sul lago ghiacciato oppure fare una breve escursione di un’ora circa attorno al lago.

Rientro a San Candido per un paio d’ore di relax e divertimento all’Acquafun. E’ possibile raggiungerlo a piedi dal centro del paese e mette a disposizione piscine, scivoli e zona saune dedicata agli adulti.
Prezzo di ingresso:

Cena nel vicino paese di Dobbiaco, al ristorante Winkerkeller, dove la tradizione incontra dettagli innovativi sia in cucina che nel bellissimo arredamento alto atesino.
Ribeye con patate fritte e spinaci, birra e grappa di pino mugo: circa 30 euro.

lago di Braies

Il lago di Braies ghiacciato

Winkerkeller a Dobbiaco

Il Winkerkeller a Dobbiaco

Giorno 2.

Ore 9 noleggio snowboard e scarponi (ovviamente sono disponibili anche sci) al Centro Servizi Punka. Il moderno centro permette un noleggio rapido e preciso grazie al self check-in computerizzato. Le attrezzature a disposizione sono di ottima qualità  e adatte alle performance del cliente: principiante, medio o esperto.
Costo per noleggio snowboard + scarponi full day: 24 euro (18 euro solo snowboard).

Oltre al noleggio attrezzatura e ad un accogliente bar qui, al caldo, potrete anche acquistare gli skipass al costo di 51 euro il giornaliero e 39 euro il pomeridiano. Ci sono numerose agevolazioni per bambini, senior, scolaresche…

piste 3 Cime

Pronta a tornare sullo snowboard!

Mattinata di sci e sosta per il pranzo al rifugio Rudi. Il locale è sulla cima del Croda Rossa, località molto comoda da raggiungere e affollata anche perchè da lì parte la pista per lo slittino: meglio prenotare!
Il piatto del contadino (polenta, formaggio fuso e speck) e una birra: circa 12 euro.

Due carezze alle docili renne nel rifugio e poi pomeriggio dedicato alle discese in slittino. Per bambini in gamba ma soprattutto per adulti. La pista è tutt’altro che uno scherzo, le velocità raggiunte sono alte e l’adrenalina sale a mille! Un’esperienza assolutamente imperdibile.

Si noleggia lo slittino a valle, proprio alla partenza della funivia. Si carica lo slittino sull’ovetto e a pista comincia esattamente alla discesa della funivia.
La pista è completamente dedicata agli slittini ed è aperta negli stessi orari dei comuni impianti.
Costo del noleggio slittino per un giorno
Costo dello skipass dedicato allo slittino: 29 euro full day.

renne Dolomiti

Le renne delle Dolomiti al rifugio del Croda Rossa

slittino Dolomiti

In slittino sulla pista del Croda Rossa (ph. by Elena Botto Poala)

Riconsegna attrezzatura ai noleggi, rientro a San Candido e visita del centro paese alla ricerca delle bellissime sculture dello Snow Festival Dolomites che si svolge ogni anno a gennaio. Le sculture, realizzate da artisti da tutto il mondo, rimarranno in bella vista finchè il sole primaverile non le avrà sciolte.

Ore 19.30 ritrovo al fondo della pista da sci che raggiunge il paese per la salita in motoslitta verso il rifugio Iora.
Lo chef Markus Holzer (La Prova del Cuoco) due sere a settimana prepara una cena dedicata a pochi fortunati in una delle baite più belle e curate che io abbia mai visto.
La cena è a menù fisso con portate tematiche. Il costo per la serata (motoslitta + cena) è di 35/40 euro.

Markus Helzer

Jora, lo chalet dello chef Markus Helzer

Dove dormire a San Candido

L’hotel Orso Grigio (4 stelle) si trova in pieno centro paese, di fronte alla chiesa, ed è il più antico hotel di San Candido.
I tre piani della palazzina sono caldi e accoglienti, così come il bar e il ristorante, aperti anche per chi non è cliente dell’hotel.
La particolarità è la bellissima cantina, moderna e rifornita dei migliori vini locali. Al suo interno vengono spesso organizzati piccoli aperitivi e degustazioni.
Una cena di 4 portate al ristorante costa dalle 30 alle 45 euro bevande incluse.
Una notte in camera doppia con prima colazione costa circa 80/90 euro a persona.

hotel Orso Grigio

La splendida cantina dell’Hotel Orso Grigio pronta per l’aperitivo

hotel Orso Grigio

La mia camera all’hotel Orso Grigio

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment