Home / Italia / Sicilia: itinerario tra i borghi del selinuntino

Sicilia: itinerario tra i borghi del selinuntino

by Greta

Vi propongo un itinerario attraverso borghi siciliani ancora poco conosciuti e lontani dal turismo di massa.
Il Distretto Turistico Selinuntino vi accompagnerà alla scoperta di castelli, percorsi vitivinicoli, gastronomia tipica, archeologia e benessere. Un viaggio su misura per tutti.

SCIACCA TERME

E’ una graziosa e rinomata località di mare.
Oltre alle sorgenti e ai fanghi minerali ritenuti tra i più efficaci al mondo, Sciacca è conosciuta per gli splendidi coralli e per gli oggetti in ceramica decorata.
Vi consiglio di visitare un laboratorio come La bottega della Maiolica. Vi stupirà la velocità e abilità dell’artigiano nel dipingere fiori e frutti su piatti, anfore, vassoi… e poi non potrete fare a meno di portarvi a casa un souvenir!

ceramiche siciliane

***

GIULIANA

Il piccolo borgo si sviluppa su una ripida collina che domina ampi spazi verdi e selvaggi. Proprio sulla cima sorge il castello di forma pentagonale che, visto dall’alto, richiama la forma di un’aquila ad ali spiegate che si getta sulla preda. (!!)
Saliamo sulla terrazza più alta per ammirare il panorama e i coppi rossi dell’intero paese. Il sole picchia nonostante sia dicembre, sale una gran voglia di mettersi in bikini su una sdraio a godersi questo clima fantastico!

Per l’occasione è stato allestito un buffet di prodotti tipici nelle stanze del castello. Qui i mandarini si colgono dall’albero e hanno un profumo indescrivibile.

Pensate che nonostante i soli 2000 abitanti, a Giuliana ci sono 14 chiese, di cui però soltanto 5 agibili.

Una passeggiata per il paese vi farà scoprire angoli rustici e pittoreschi. La vecchina col foulard in testa, tanti gatti che si godono la tranquillità passeggiando per le viuzze, lo storico barbiere del paese… Preparatevi ad un viaggio indietro nel tempo.

Giuliana in Sicilia

***

SAMBUCA DI SICILIA

Alzo lo sguardo verso un cielo azzurrissimo e mi imbatto in panni stesi su un filo teso da una palazzina all’altra. Sono proprio in Sicilia, tra gente semplice e genuina, in luoghi dove tutto scorre ancora come scorreva un tempo. Sono in uno dei borghi più belli d’Italia, in provincia di Agrigento, nella Valle del Belice.

A Sambuca tutto ruota intorno all’elegante e rifornita enoteca. Membro dell’ “Associazione Nazionale città del vino”, è terra di vini e gli abitanti ne vanno fieri. E’ possibile degustare le migliori etichette della zona e poi ammirare un tramonto da favola alla terrazza del belvedere.

Sambuca di Sicilia

Sambuca di Sicilia

***

RISERVA DI TORRE SALSA

La riserva naturale di Torre Salsa è un’oasi WWF che si estende tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa e offre percorsi di trekking affascinanti e panoramici.
Partendo dal centro visite “Franco Galia”, per mezzo di una strada sterrata si raggiunge il promontorio Monte Cupolone. Da qui iniziano i sentieri di differente difficoltà:
– punto panoramico: 250 mt
– sentiero Natura “Franco Galia”: 1,2 km
– sentiero Calcara: 2,5 km
– sentiero Pantano: 350 mt

Entrerete in contatto con fauna e flora tipiche del posto. I più fortunati potranno assistere alla schiusa delle tartarughe caretta-caretta che nidificano sulle spiagge della riserva.

Riserva Torre Salsa

Torre Salsa

***

FOCE DEL PLATANI

Una bellissima e rilassante camminata immersi nella foresta di pini marittimi vi condurrà su una delle più belle spiagge siciliane.
Alla foce del fiume Platani il mare è calmo e cristallino e ci tira la gola anche se siamo a dicembre! Una lunghissima spiaggia di sabbia e sassolini è l’ideale per le vostre vacanze estive ma se volete rilassarvi in totale tranquillità raggiungetela fuori stagione: mare caldo e sole saranno comunque dalla vostra!

foce del Platani

***

SELINUNTE

Il parco archeologico più grande di tutta Europa si trova a Selinunte, in provincia di Trapani e vi toglierà il fiato. Visitatelo al tramonto come abbiamo fatto noi: il sole trasformato in una palla rossa infuocata andrà a nascondersi tra le antiche colonne rimaste ancora erette per poi tuffarsi in mare. Letteralmente da sogno!

Passeggiare tra i numerosi resti archeologici fa uno strano effetto se si pensa che è stato rinvenuto soltanto il 25% di quel che era, una volta, Selinunte. Palazzi, templi, anfiteatro e chissà quanti oggetti e monili sono ancora celati dalle colline siciliane della zona.

Intanto possiamo ammirare l’Efebo, la statuina in bronzo risalente al V secolo a.C. ma rinvenuta proprio sul territorio dell’acropoli nel 1882. Un capolavoro, per l’epoca, che ora è visitabile presso il piccolo museo del parco di Selinunte.

Selinunte

***

VITA

Il piccolo borgo di Vita, provincia di Trapani, porta addosso ancora i segni del pesante terremoto del 1968. Distrutta o quasi nel corpo, mantiene un’anima viva e vitale grazie ai suoi abitanti che si impegnano ogni giorno per farla rinascere e rifiorire.

Gli eventi dell’attivissima Proloco e il perdurare delle sue antiche tradizioni sono il supporto più grande.
Noi impariamo a creare i cucciddati dalle esperte mani della signora Maria.
Ci dice di avere 80 e qualche anno ma le sue abilità non danno segni di invecchiamento. Veloce e precisa come un fulmine, crea queste decorazioni di pane tipiche della festa di San Giuseppe con grande fantasia: sono tutti pezzi unici ed io me ne porto volentieri a casa uno come bellissimo ricordo.

Maria è inoltre abilissima nel creare tappeti ma, a Vita, anche le arti più “moderne” come i murales sono entrate a fare parte della comunità per donare, alle volte, un tocco di allegria ai ruderi del terremoto che ancora popolano il centro storico del paese.

cucciddati

Vita paese

Potrebbe interessarti:

8 comments

Amerigo 28/10/2019 - 11:34

Ciao Ragazzi, ho visto varie immagini di Noto, in Sicilia. Sembra essere una perla di stora ed architettura. Mi consigliate di andare, mi pare che voi siete più esperti di me in tema siciliano.

PS. Se state cercando delle ceramiche fatte a mano, dovete vedere quelle di Vietri sul Mare (SA). Qualcosa di fantastico!

Grazie mille.

Reply
Greta 30/10/2019 - 09:58

Buongiorno Amerigo. La Sicilia mi è piaciuta molto e ho avuto occasione di fare alcuni viaggi stampa in diverse località ma purtroppo non sono mai stata a Noto. Ne ho sentito parlare molto bene però, ti consiglio di andare a verificare e poi, riferiscimi! 😉

Reply
Miriana 15/01/2016 - 10:16

La Sicilia è una continua scoperta! Ci sono stata diverse volte e ci ritornerei ancora altre mille perchè i suoi paesaggi sono meravigliosi, il mare stupendo, il cibo ottimo, la gente super solare e poi si scoprono scorci favolosi! Ultima tappa è stata Caltagirone, tra ceramiche e chiese meravigliose! La consiglio 😉

Reply
Greta 15/01/2016 - 11:41

Ciao Miriana! Non sono ancora stata a Caltagirone ma so già che quelle ceramiche mi faranno girare la testa! Grazie per il commento! 🙂

Reply
Marisa - Risaleomar 04/01/2016 - 16:32

Bell’articolo 🙂 Sei passata vicino casa mia, Salemi, altro borgo poco conosciuto ma… con angoli preziosi. La prossima volta fa un salto anche da qui 🙂

Reply
Greta 04/01/2016 - 16:58

Molto ma molto volentieri! Grazie Marisa!

Reply
Sicania 04/01/2016 - 16:00

Eh sì, ottima descrizione di un interessante itinerario! 😉

Reply
Greta 04/01/2016 - 16:14

:-* Da un local, i complimenti valgono doppio!

Reply

Leave a Comment