Home / Food & Drinks / Tour enogastronomici in Valle d’Itria
Vigneto Fatalone

Tour enogastronomici in Valle d’Itria

by Greta

Con base a Bari, è possibile realizzare dei percorsi turistici che ci portino a scoprire le bellezze architettoniche e culturali della Valle d’Itria, dissetandoci e rifocillandoci in alcune delle aziende più prestigiose del territorio.
Un’ottima alternativa per chi arriva da lontano è quella di raggiungere Bari in treno e noleggiare un’auto in loco per gli spostamenti. Facendo sempre attenzione al tasso alcolico quando uscirete dalle irresistibili aziende vitivinicole.

Ci attendono cittadine molto note e dal fascino indiscutibile come Alberobello, Fasano, Cisternino, Putignano e dopo l’imperdibile visita a centro storico, trulli, negozi di souvenir, io vi consiglio di seguire la gola…

Gioia del Colle

A Gioia del Colle incontriamo alcune delle più interessanti realtà vitivinicole del territorio pugliese dove è possibile prenotare una visita delle vigne con degustazione.

L’Archetipo

L’Archetipo ci mostra un’azienda fondata sull’agricoltura sinergica. La loro filosofia la ritroviamo in ogni fase del processo di produzione.
Il nome dell’azienda ha di per sè un profondo significato: “Tornare agli archetipi, ossia alla naturale forma di un qualcosa, è l’unica via percorribile in ogni aspetto della nostra esistenza: a cominciare dall’alimentazione”.

Il signor Valentino e la sua splendida famiglia si occupano della maggior parte delle mansioni. E’ loro premura che l’azienda rimanga a conduzione famigliare, limitando piuttosto la produzione ma mai la dedizione che porta all’alta qualità.
Ho assaggiato da loro il mio primo primitivo e, da buona “non esperta” vi dico che avrei tranquillamente finito la bottiglia.
Per sapere di più sul loro stile di vita, di produzione e sull’agricoltura sinergica, date un’occhiata al sito dell’azienda agricola L’Archetipo.

L'Archetipo

I vini de L’Archetipo

Casa vinicola Coppi

Le sale degustazione della casa vinicola Coppi sono un’esperienza dove nulla è lasciato al caso.
Si comincia con un aperitivo di bollicine (Bollicinecherie è un extra dry rosè I.G.P. Salento che mi è piaciuto un sacco!) appoggiati al bancone che somiglia ad una botte e accerchiati dallo shop con le loro pregiate etichette.
Scendendo al piano di sotto si trovano le barrique e alcune salette privee per le degustazioni nei mesi più caldi.
Al primo piano invece, un moderno ristorante con cucina a vista accoglie le degustazioni più articolate dove io mi sono innamorata del Don Antonio, un primitivo IGP davvero delizioso.

Tutti i vini prodotti dall’azienda Coppi si abbinano in modo perfetto alla cucina tradizionale dal sapore deciso che viene servita nel raccolto ristorante. Anche qui la chiave di tutto è la famiglia, nonostante la dimensione dell’azienda imponga un buon numero di dipendenti esterni.

Con 5 euro potrete effettuare il tour dell’azienda.
Con 15/20 euro vi verrà dedicata una degustazione di 3 vini con stuzzichini e piatti caldi a km 0.

Vini Coppi

Degustazione Vini Coppi

Cantina Fatalone

La particolarità che più mi ha colpito della cantina Fatalone? I locali dove matura il vino sono insonorizzati e a temperatura controllata ma non solo: la musica classica con i suoni della natura in filodiffusione pare favoriscano la micro ossigenazione e l’attività della microflora, presente nel loro vino naturale, vivo e sensibile quindi alla musicoterapia. Curioso, non credete?
Beh io non sto a giudicare i gusti musicali del loro primitivo DOC Gioia del Colle ma posso dire che si tratta di un vino delizioso, difficile accontentarsi di un solo calice.

“La cura con la quale abbiamo selezionato i terreni ove mettere a dimora i vigneti; l’attenzione di collocarli intorno alla masseria per potervi essere quotidianamente vicino e condurre freschissime le nostre uve in cantina, immediatamente dopo il taglio, preservando così la migliore qualità del prodotto. Questo è il nostro modo di realizzare un vero prodotto a Km Zero”

Cantina Fatalone

Cantina Fatalone

Putignano

A tre km dall’abitato di Putignano si può visitare il santuario rupestre di San Michele Arcangelo. L’ampia grotta ospita una vera e propria chiesa molto accogliente soprattutto nel caldo periodo estivo, grazie al clima sempre fresco al suo interno.
Da una cancellata in ferro si accede alla grotta. Alla destra della scala, in una nicchia scavata nella roccia, si trova una statua della Vergine col Bambino
Ai due lati della scalinata sono collocate due acquasantiere in pietra. Ai lati dell’altare maggiore troviamo due edicole: a sinistra quella dedicata all’Arcangelo San Michele, a destra l’edicola con l’affresco raffigurante la Madonna del Carmine fra i Santi Angelo e Alberto.

Santuario San Michele Arcangelo

Santuario di San Michele Arcangelo

Tenuta La Querceta

Alla tenuta La Querceta ho visto partorire una mucca davanti ai miei occhi e sono arrivata a gustare mozzarelle, scamorze e burrate realizzate con il latte munto la mattina stessa.
In questa azienda, prenotando una visita guidata, potrete assistere a tutto il processo di produzione, super naturale, di prodotti caseari tipici pugliesi. Dai pascoli agli strumenti per raccogliere ed asciugare il fieno. Entrerete in contatto con gli animali (è stato simpaticissimo farsi ciucciare il dito da un vitellino di 4 giorni), nelle stalle all’aperto, nei recinti dei maiali e dei muli.
Una bellissima esperienza a 360 gradi per tutta la famiglia. Interessante, simpatica, gustosa!

Tenuta La Querceta

Vitellino di 4 giorni <3

Tenuta La Querceta

Il processo di produzione dei formaggi

Tenuta La Querceta

Deliziosa degustazione

Castellana Grotte

La Valle d’Itria sotterranea non vi lascerà sicuramente delusi. Percorrete la profonda scalinata, scendete a 40, 60 mt sotto il livello del mare e stupitevi abbracciati da stalattiti, stalagmiti, figure in alabastro, giochi di luci e trasparenze.
Leggete di più su la mia visita alle Grotte di Castellana.

Cantina Giovanni Aiello

La Cantina Giovanni Aiello è il perfetto mix di tradizione e innovazione. Basti guardare il suo sito, intuitivo, fresco, fruibile, con shop online. E basti guardare la sua storia: nato con le basi della tradizione pugliese, cresciuto con le esperienze più affascinanti del panorama estero (California, Australia).
I vini che propone Giovanni hanno colpito molto i miei “colleghi” più esperti e si sono rivelati preziosi anche per chi ama collezionare bottiglie importanti. Le etichette sono tutte dipinte a mano, le bottiglie sono numerate. E un Chakra rosso ora è nella mia cantina!

Giovanni Aiello

Etichette fatte a mano

Fasano

Avete già sentito parlare di ulivi monumentali? La parola stessa suggerisce la dimensione e la bellezza per questi alberi (in realtà si tratta di arbusti e le olive sono bacche e non frutti) si caratterizzano. Trovarsi dinnanzi ad una distesa di questi ulivi è un vero e proprio spettacolo. Della natura sì, ma soltanto in parte. Sarà comune infatti notare le numerose colonne costruite appositamente per reggere rami sporgenti e voluminosi che con gli anni si sono distanziati dal tronco creando una maestosa e fitta chioma.

Spesso questi grandi ulivi assumono forme curiose come quello nella foto, col tronco spaccato in due che va a formare due alberi differenti. I più curiosi sono quelli disposti a corona: in origine una singola pianta che crescendo si è spezzata in numerosi tronchi tenendo le radici unite in uno stesso ceppo.

Masseria Borgo San Marco

Masseria Borgo San Marco

Distese di ulivi monumentali le potrete osservare alla Masseria Borgo San Marco di Fasano.
Location immersa nella tipica atmosfera della Valle d’Itria dove potrete trovare lusso, accoglienza e tranquillità in una delle loro camere o scegliere di prenotare l’intero complesso per una cerimonia o un evento importante. Degustazioni di olio, rinfreschi e una curiosa visita alle grotte affrescate proprietà della masseria.

Masseria Borgo San Marco Masseria Borgo San Marco

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment