Home / America / Stati Uniti / Un’esperienza da fare nella vita: vacanze a New York
vacanze new york statua liberta

Un’esperienza da fare nella vita: vacanze a New York

by Filippo

Organizzare delle speciali vacanze a New York

Tutti conoscono la Grande Mela e, anche se non ci sono mai stati, NYC, o Big Apple per i suoi abitanti, è sicuramente tra le più celebri megalopoli della terra: una città dai mille stimoli che è, a ragione, considerata un’imperdibile meta turistica tutta da esplorare.
Fulcro originario di mode e tendenze che si spargono per il mondo, NYC è una città dove si vive 24/7 tanti sono gli appuntamenti culturali e artistici che vengono organizzati in ognuno dei suoi 5 boroughs che compongono il suo tessuto urbano e tra cui spunta il più celebre, quello di Manhattan.
Se degli altri quattro boroughs si conosce il loro nome e le loro attrattive (Bronx, Queens, Staten Island e Brooklyn) è Manhattan la parte più famosa della città e sede di quasi tutti i luoghi più famosi. Soho, Little Italy, Midtown, Harlem, Greenwich Village sono quartieri entrati nella storia di NYC che sono ubicati su di quest’isola che vede in Wall Street il centro mondiale della finanza e non solo.

Per un turista visitare il Metropolitan Museum, Central Park, la cattedrale di San Patrizio, Times Square, Brooklyn Bridge, l’Empire State Building, i tanti teatri di Broadway, il palazzo di vetro dell’ONU, Wall Street e Ground Zero, è un’esperienza imperdibile e da rispettare.

Cosa vedere durante delle vacanze a New York

Come abbiamo avuto modo di anticipare, i 4 principali quartieri di NYC che meritano di essere esplorati, oltre alla leggendaria area di Manhattan sono:

  • Bronx
  • Brooklyn
  • Staten Island
  • Queens

Ecco qualche caratteristica di ciascuno:

Esteso a nord di Manhattan, il Bronx trae il suo nome da uno dei suoi primi abitanti, lo svedese Bronck che prese possesso di questo territorio nel 1639. Caratterizzato dall’aver attirato sin da sempre le minoranze etniche, due sono le attrazioni di questo quartiere: lo Yankee Stadium ubicato sulla parte sinistra del fiume di Harlem e la chiesa di St. Jerome. La sua fama deriva, però, dall’essere la zona di NYC più malfamata.

Il più popolato dei boroughs è Brooklyn che, fino al 1898 era una città indipendente fondata da immigrati olandesi e che si chiamava Breuckelen come l’omonima cittadina olandese. Confinante con la sola Queens dal momento che si trova nella parte occidentale di Long Island, è divenuta famosa per via del suo ponte.

Il più grande dei boroughs è Queens, ubicato a Long Island e l’attrazione è riconducibile solo al fatto che ospita due dei più importanti aeroporti della città: il John F. Kennedy International Airport e l’aeroporto Fiorello La Guardia.

Staten Island collegata con Manhattan con il Ferry e con Brooklyn dal ponte Giovanni Da Verrazzano è da sempre stata la porta di entrata della baia di New York.

Appuntamenti imperdibili

Quando ci si appresta a pianificare le visite da effettuare durante le proprie vacanze a New York, ci sono luoghi che devono essere assolutamente visitati. Ecco un piccolo sunto di quelli che sono appuntamenti imperdibili.
L’Empire State Building è certamente il grattacielo più famoso della Grande Mela. Sono 443 i metri che raggiunge considerando anche l’antenna in cima e, se si pensa che è stato costruito nel 1931 in stile Art Deco, non c’è da stupirsi se fu proposto come una delle Sette Meraviglie del mondo moderno. 102 piani, 6500 finestre, 73 ascensori ed una superficie totale di oltre duecentomila metri quadrati sono i numeri di questa costruzione, simbolo perenne di NYC.
Lady Liberty è il soprannome di un altro simbolo di NYC, la Statua della Libertà che si trova sulla Liberty Island all’entrata del porto dell’Hudson. La storia è nota: progettata da Gustave Eiffel per la struttura metallica e da Auguste Bartholdi per la scultura, venne regalata dalla Francia agli USA nel 1886 in occasione del centenario dell’Indipendenza.
Altro luogo da visitare è il Ponte di Brooklyn, progettato dall’ingegnere Augustus Roebling, è stato per molto tempo il ponte sospeso più grande del mondo. La sua funzione è quella di congiungere Manhattan con Brooklyn sorpassando l’East River dal 1883, dopo 14 anni di lavori.
Central Park è un vero polmone verde all’interno di Manhattan a forma di regolare rettangolo lungo quattro chilometri e largo ottocento metri. Progettato a metà Ottocento da Calvert Vaux e Frederick Law Olmest è un luogo di attrazione notevole grazie a diversi laghi artificiali, piste di pattinaggio, sentieri per praticare jogging e per i tanti eventi teatrali che si svolgono in estate nel Delacorte Theatre.

All’interno del sito Voyage Privé tra i tanti viaggi nel mondo proposti anche come destinazioni invernali, le vacanze a New York sono sempre tra le mete preferite in caso di vacanze da dedicare al relax e alla scoperta.

Leave a Comment