Home / Europa / Francia / Weekend in Corsica tra Bastia e La Balagne
bastia

Weekend in Corsica tra Bastia e La Balagne

by Greta

Quando dobbiamo organizzare un weekend di viaggio la nostra attenzione si concentra sull’Italia o su una meta europea tutto sommato abbastanza vicina, da raggiungere in breve tempo.
Subito ci preoccupiamo di cercare un volo comodo e magari che non costi un’occhio della testa.

Raggiungere la Corsica a bordo di Corsica Ferries

Ma perchè, per una volta, non valutiamo di spostarci via mare? E magari di scegliere un’opzione che trasformi il viaggio da mero trasferimento a parte integrante della vacanza?
Quest’idea è nata grazie ad un bellissimo progetto chiamato #blogsessionincorsica al quale ho avuto la fortuna di prendere parte ben due volte.

Raggiungere la Corsica, meta vicina e interessante sotto molteplici punti di vista, diventa facile e piacevole con le motonavi Corsica Ferries. Io le ho scoperte da alcuni anni e sapete già che è scoccato l’amore!
Puntualità, gentilezza, pulizia e servizi da struttura stellata ne fanno una compagnia con la quale viaggiare si rivela uno dei momenti più piacevoli della vostra vacanza.

Salite a bordo a Vado Ligure nel tardo pomeriggio, vi godete un’ottima cena al ristorante, un cocktail al bar accompagnati dal pianoforte e la nottata filerà liscia come l’olio riposando in una delle spaziose e silenziose cabine.

Corsica Ferries

L’arrivo al porto di Bastia

Corsica Ferries

La motonave che entra al porto di Bastia

Corsica Ferries

Aperitivo al piano bar della Motonave Mega Express 2

Visitare la città di Bastia

Al momento del risveglio vi troverete già alla meta: Bastia, una città che ama raccontare la sua storia attraverso le leggende. Ce lo spiega la nostra bravissima guida locale Sylvie. Tradizioni e riti religiosi sono tutt’oggi alla base della quotidianità della città corsa.
Si comincia proprio dal porto dove attracca la motonave Corsica Ferries e dove troverete gli uffici della Camera di Commercio di Bastia ad aiutarvi per qualsiasi necessità.
Proprio da lì si apre una delle piazze più grandi d’Europa: piazza Saint-Nicolas è lunga 300 mt e larga 90, e al centro troneggia la statua di Napoleone datata 1854.

Tutt’altro impatto si ha dinnanzi al Vecchio Porto. Una baia avvolta dalle antiche case del quartiere, sulle quali svetta la facciata della chiesa di Saint-Jean-Baptiste, che si specchiano sulle acque immobili del porticciolo. Io resto, come mio solito, incantata dal dondolio lieve delle piccole barche ancorate. Quanto mi piacerebbe poterci trascorrere una nottata…

bastia

Scorcio sul vecchio porto

E invece è il momento di salire sulla Cittadella: all’interno della splendida cappella Scala Santa ho avuto l’immensa fortuna di partecipare ad un concerto di canti polifonici tradizionali che definire emozionante è poco.

Tutti i vicoli che si articolano all’interno delle mura hanno il loro fascino. Alcune botteghe dove degustare prodotti corsi, altre di souvenir hand made e alcuni ristoranti graziosissimi.
Il più panoramico è Le Petit Vincent che si affaccia sul porto, dall’alto, con una vista impareggiabile e un menù da leccarsi i baffi!
Se invece preferite pranzare al porto vecchio, la baia offre una vasta scelta di piccoli ristoranti con tavoli all’aperto sulla passeggiata. Vi consiglio Jean Bart, con il suo menù fresco e leggero ricco di verdure di stagione.

bastia

Panorama dal ristorante Le Petit Vincent (ph. by Federico Manera @videonavi)

La Balagne: Ile Rousse e Calvi

Spostandoci verso La Balagne arrivano subito i paesaggi di mare a fare da padroni.
Una sosta a Ile Rousse, l’Isola Rossa, è d’obbligo. Preparatevi ad opporre resistenza ad un vento fortissimo quando scalerete la roccia purpurea per raggiungere il faro: punto panoramico per eccellenza. (Il trenino è un’ottima alternativa, soprattutto per la salita!)
Anche il piccolo paese è un vero gioiello tutto da gustare, magari cominciando dal mercato coperto dove potrete degustare e acquistare le specialità corse più apprezzate: dal figatellu, al brocciu, dalle frittelle con farina di castagne ai canistrelli (biscotti tipici).
[Più info]

Ile Rousse

Ile Rousse dall’alto del faro

Per la sera, dirigetevi a Calvi e approfittate del tramonto corso per un aperitivo sulla spiaggia. il caldo ancora nell’aria, i piedi nudi che si rinfrescano sulla sabbia e la cittadina di Calvi che con l’imbrunire accende poco a poco le sue luci gialle e si trasforma in un presepe arroccato sul mare.

Calvi Corsica

Sulla spiaggia di Calvì

Calvi

Calvi al tramonto

Calvi

Aperitivo sulla spiaggia di Calvi

La mattina seguente potete dedicarvi alle attività che preferite.

Benessere psicofisico: La Balagne infatti si sta distinguendo come meta del benessere e della cura della persona. Centri dedicati allo yoga, profumi per il corpo e per la casa, cosmesi e creme idratanti… ce n’è per tutti i gusti!

– Oppure godetevi una giornata di pieno relax su una delle lunghissime spiagge di sabbia fine. Il mare sarà tra i più cristallini che abbiate mai visto!

– Se siete iperattivi, fate scorrere l’adrenalina con un’uscita in jet ski oppure approfittate di un originalissimo tour guidato della cittadella in segway. Cultura e divertimento allo stesso tempo! (Le ruote fuoristrada vi permetteranno di guidarlo anche sulla sabbia, fighissimo!).

– E perchè non tuffarsi nello shopping sfrenato tra i negozi di artigianato che coi loro colori animano le viuzze del centro storico? Mano al portafogli però: impossibile resistere a pochette di cuoio, cappelli di paglia a tesa larga, foulard morbidissimi, sandali estivi…
[Più info]

calvi

All’interno della cittadella di Calvi

Un weekend, si sa, vola fin troppo in fretta, ma se avete a disposizione qualche giorno in più potrete sfruttare molte altre opportunità che La Balagne vi regala.

Qualche altra idea curiosa?

– Visitate il curato vigneto della Tenuta d’Alzipratu, stretto tra i monti e il mare per poi degustare alcuni dei migliori vini corsi nelle cantine, tra botti di legno, anfore in terracotta e curiose “uova” in cemento.

– Immaginate quanto sia divertente cavalcare un docile asinello su dai bricchi corsi? L’azienda Balagn’ane di Santa Reparata alleva asinelli per portare a spasso i turisti ma anche per produrre il pregiato latte d’asina (45 euro al litro) ingrediente principale di saponi e cosmetici per il corpo.

Asini in Corsica

Gli asinelli di Balagn’ane

Asini in Corsica

Altrimenti, per questa volta, è l’ora del rientro.
Giusto il tempo per un gelato (che ne dite di fico e cedro?) al grazioso porto turistico di Saint Florent prima di rientrare a Bastia per imbarcarsi sulla motonave Corsica Ferries.
Poco male, non rattristatevi, vi attende ancora una piacevolissima serata a bordo, con tutte le attenzioni e le coccole che lo staff sa offrire!

corsica

Il panorama mozzafiato di rientro a Bastia

Corsica Ferries

Sul ponte di comando della Mega Express 2, in uscita dal porto di Bastia

Se avete la grande fortuna di poter trascorrere un’intera settimana a spasso per l’isola, qui trovate un itinerario di 7 giorni lungo la costa della Corsica, studiato e realizzato per voi 😉

 

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment