Home / urban trekking / Cosa vedere ad Anversa in un giorno

Cosa vedere ad Anversa in un giorno

Con i voli low cost a orari che consentono la fuga in giornata, non ho saputo resistere a organizzare un tour di Anversa in un giorno.

panorama
Dall’alto della torre del MAS, al porto, la vista di Anversa è un panorama bellissimo

Quando dico low cost intendo voli che stanno entro le poche decine di euro e che giustificano il viaggio a corto raggio in giornata. A me ad esempio è capitato di trovare un volo a/r da Milano per Bruxelles a 15 euro. Come avrei potuto resistere?

Non so stare ferma: mi nutro di luoghi che possano illuminarmi lo sguardo, riempirmi i polmoni di aria nuova, raccontarmi storie interessanti, spalancarmi il cuore e mettersi lì dentro accoccolati.
Non so stare ferma perché sono pur sempre una pinkpacker, anche durante una fuga al femminile in una città europea, con la borsa a spalla invece dello zaino!

Cioccolato
Degustazione di cioccolato in uno dei negozietti del centro città

Mi piace saltare da un posto all’altro con l’agilità della viaggiatrice leggera. Se piace anche a voi, lasciatevi ispirare da questo post sulla mia fuga in Belgio.

E allora se a Bruxelles ci siete già state e se, come me, pensate che le Fiandre non siano Bruxelles ma molto di più, ecco che Anversa trova la sua collocazione perfetta. Anversa è la capitale delle Fiandre, tanto per cominciare a caricare di emozione questo viaggio.

Uno degli angoli più affascinanti del centro storico
Uno degli angoli più affascinanti del centro storico

Pigrizia è la parola bandita in queste occasioni speciali. Con entusiasmo ed energia in corpo affronto una giornata insolita che inizia con una sveglia puntata presto la mattina e termina con un rientro forzato dopo il tramonto.

Ogni volta mi sembra di vivere una giornata da favola che si svolge all’interno di una bolla di sapone leggera e colorata. Ritrovo la sensazione di staccare totalmente dalla routine quotidiana ed essere teletrasportata altrove. Mi godo quelle ore appieno cercando di vivere un angolo nuovo all’interno di una città che già conosco oppure, come ad Anversa, mi immergo totalmente nella vita di una città per me nuova.

anversa
Le vecchie case del centro sono oggi adibite a locali dall’aspetto curatissimo

Come raggiungere Anversa in giornata?

Da Bruxelles Zaventem International Airport: treno IC diretto in 30 minuti per Antwerpen Centraal. Il costo del biglietto a/r è di circa 20 euro, comprensivo di Diablo: la tassa per la sicurezza dovuta in ingresso e uscita dall’aeroporto.
Come muoversi?
Con la Antwerpen City Card che può essere acquistata online e ritirata presso l’ufficio del turismo in Grote Markt, si possono utilizzare i mezzi pubblici senza dover acquistare il biglietto.
Alternativamente, lo dico sempre: camminate! Nessun angolo di questa graziosa città rimarrà imperlustrato se la percorrerete a piedi.

Come tutte le città del nord Europa, è a misura d’uomo ed è fatta per i pedoni e i ciclisti.
La bici è l’opzione per le giornate di sole, mappa alla mano ed energia nelle gambe. Sarà piacevolissimo: la città si sviluppa su un’area pianeggiante, il lungo fiume è rilassante e i parchi accoglienti per tutti.

window_anversa
Atmosfere fiamminghe e fredda aria nordica coronano la mia giornata ad Anversa

Cosa vedere ad Anversa?

Il mio percorso a piedi si è sviluppato secondo le tappe che vi riporto qui sotto. La città è piccolina e gli interessi che soddisfa sono molti: da quelli legati a cibo e birra, a quelli artistici e culturali. Potete rimescolare i punti di interesse che vi suggerisco a vostro piacimento e definire un vostro personale walking tour.

Il mio è andato così:
1. La stazione di Antwerpen Centraal è essa stessa un’attrazione turistica. Espressione del liberty nord europeo, costruita su più piani è un mondo a parte: c’è da perdersi.

Cattedrale
La Cattedrale di Nostra Signora contiene opere di Rubens e di Jan Fabre

2. La via dello shopping. Ci si passa in direzione centro storico ed è brulicante e dall’atmosfera allegra, specie il sabato pomeriggio. Qui si trovano caffetterie, venditori di vin brulé, cioccolaterie, pub e ovviamente negozi di abbigliamento.

La Antwerp Hand è il simbolo storico della città e viene riprodotto anche in cioccolato!
La Antwerp Hand è il simbolo storico della città e viene riprodotto anche in cioccolato!

3. La Grote Markt, la piazza principale della città, esprime il suo fascino fiammingo dato dai tetti degli edifici, dal campanile della Cattedrale che dall’alto si proietta sulla piazza e la sovrasta.
All’interno della Cattedrale di Nostra Signora i quadri del più famoso pittore fiammingo Rubens e attualmente anche alcune opere dello scultore moderno Jan Fabre.

Qui molti sono gli eventi che si susseguono tutto l’anno e da qui si può raggiungere la Piazza del Mercato Storico la cui atmosfera è legata al mercato di cibo tradizionale dove, ad esempio, fare colazione il sabato mattina.

centro storico
Anversa mi ha affascinata per i suoi dettagli fini e lo stile fiammingo

4. Alle spalle della Grote Markt ci sono stradine storiche nascoste, dove si trovano angoli fiamminghi incantevoli e ristorantini con leccornie e atmosfere nordiche imperdibili. A completare il quadro l’aria fredda e le birrerie che promuovono degustazioni a prezzi abbordabili. Più Fiandre di così…!

birra
Tra un pub e un negozio di birra, impossibile non incappare in una degustazione

5. Sul lungo fiume si passeggia, si affianca il castello medievale, si osserva la riva opposta e in tutta tranquillità si arriva al porto.

castello
Il castello lungo il fiume, circondato dalla folla festante per l’ingresso di San Nicola

6. Al porto, il MAS Museum aan de Stroom sovrasta ogni cosa: l’edificio da non perdere è una vera e propria torre moderna di colore ruggine che consente di salire fino alla terrazza panoramica gratuitamente e di visitare le esposizioni di arte che lì si tengono. Insomma un museo dentro e fuori, un’opera d’altre oltre il luogo e i tempi.

Al porto molti sono il localini e i ristoranti d’eccezione dove farsi coccolare con una birra e del cibo, specialmente nelle giornate più fredde.

 

Per altre informazioni, l’ufficio del turismo della Fiandre è ricco di suggerimenti e informazioni su Anversa e altre città della regione.

walking tour
Il mio walking tour ad Anversa di circa 6 Km

2 comments

  1. Ciao! Complimenti! Sono piombata nel tuo blog,perchè anch’io vorrei fare gite di una giornata da sola, visto che il mio ragazzo preferisce starsene a casa col cane. Ho fatto Amsterdam in giornata per motivi privati con mio fratello e vorrei ripetere viaggi brevi.
    Siccome m iha sempre incuriosito Bruge, ma credo sia scomodo da raggiungere in giornata, sto pensando ad Anversa: merita proprio come citta’?
    Mi piacerebbe andare anche a Edimburgo (ma è tanto distante e meriterebbero i castelli ancor di più) e Praga che non ricordo bene perché ci ero stata da piccola, ma la vedo impegnativa per una giornata.
    Che altri viaggi hai fatto così brevi?
    p.s.: scusa gli errori grammaticali, ma non riesco a correggerli col mouse.
    Grazie intanto
    Elisabetta di Padova

    • Ciao Elisabetta, scusa il ritardo…sono stata molto in viaggio ultimamente ma per lavoro!! 😉
      Anversa in giornata merita, davvero! Anche se mi sono persa il mercato per mancanza di tempo… però è una città molto carina.
      Altro in giornata… sto pensando a Copenaghen da Milano ma non ci sono più i voli comodi di una volta… e soprattutto ultimamente non sono così convenienti.
      Ho fatto Budapest e Vienna in giornata ma per entrambe mi servirebbe un’altra giornata 🙂 forse più per Budapest che per Vienna sinceramente.
      Ogni anno torno a Londra in giornata, ma la conosco molto bene quindi ogni volta mi concentro su qualcosa di specifico: i canali, la zona di Brick’s Lane, Cambridge, la city, i Docks e Greenwich, ecc. quest’anno vorrei fare Stonehenge ma la sto ancora studiando: Stansted è scomodo quindi è lì nella lista.
      Edimburgo troppo lontana 🙂
      Potresti fare Barcellona, se ci sei già stata e vuoi solo riviverla un pochino: io l’ho fatto!
      Oppure Colonia in giornata si fa tranquillamente e ancora Parigi se hai qualcosa di puntuale da vedere (io sto meditando un giorno al louvre magari in autunno), Napoli – Roma – Catania – Bari sono delle belle toccate e fuga in Italia, poi anche Amburgo è nella mia lunga lista … insomma ce n’è un sacco.
      Da Bergamo c’è Brema che è un gioiello, anche Lussemburgo se ti ispira il genere… ma a me no… Bruxelles ovviamente ma Bruges in giornata non ce la fai in effetti… Eindhoven con Ryanair magari… dai di materiale in europa ne abbiamo parecchio 😉
      Un abbraccio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *